10 Luglio 2007: Norcia, prima esecuzione assoluta mondiale della “Cantica de Sancto Benedicto” di Jacob De Haan

locandina cantica prima1

 

     10 Luglio 2007: una data molto importante per l’Orchestra di Fiati Città di Norcia che ha avuto l’onore di eseguire in prima mondiale assoluta la “Cantica de Sancto Benedicto”del compositore olandese Jacob De Haan, commissionata dal Comune di Norcia in onore di Sua Santità Papa Benedetto XVI, presentata in occasione delle Celebrazioni di San Benedetto da Norcia, Patrono principale d’Europa.

 

5996427

 

Indelebile il ricordo della Basilica di San Benedetto a Norcia, gremita di spettatori tra cui, seduto tra gli spettatori nelle prime file, il Maestro De Haan.

 

151014Jacob-De-Haan2

 

Ad eseguire il pezzo, oltre all’Orchestra di Fiati anche la Corale Gildo Antonioni di Norcia, la Corale Santa Rita di Cascia, la Corale Santo Spirito di Perugia, all’organo la Prof.ssa Rosella Tonti e, voce solista, il Soprano Francesca Bruni con la direzione del Maestro Filippo Salemmi.

 

locandina cantica prima 2

 

Alla tensione, dovuta al forte senso d’attesa prima dell’ascolto di un pezzo tanto importante, è seguito, alla conclusione dell’esecuzione, un lunghissimo e fragoroso applauso, anche da parte dello stesso Maestro De Haan, che, con calore, ha ringraziato tutti gli esecutori.

 

San-Benedetto_Norcia

Dopo quella prima esecuzione, la Cantica ha fatto il giro del mondo, eseguita in occasioni e sedi prestigiose da illustri interpreti. Un modo per portare San Benedetto in tante terre diverse attraverso la musica.

benedictus

Annunci

“Nursia, Eterna Sei!”

Il Maestro Mauro Marani ed il Maestro Filippo Salemmi dopo la prima esecuzione dell'inno a Norcia

Il Maestro Mauro Marani ed il Maestro Filippo Salemmi dopo la prima esecuzione dell’inno a Norcia

Durante il Concerto in Onore di Santa Cecilia è stato presentato  in prima esecuzione assoluta l’inno a Norcia “Nursia, Eterna Sei!” composto dal Maestro Mauro Marani, con elaborazione per orchestra di fiati del Maestro Filippo Salemmi. Il pezzo è stato eseguito per la parte musicale dall’Orchestra di Fiati Città di Norcia con il canto del Coro San Benedetto Città di Norcia.

Il Coro San Benedetto Città di Norcia e l'Orhestra di Fiati Città di Norcia appena prima dell'esecuzione dell'Inno

Il Coro San Benedetto Città di Norcia e l’Orhestra di Fiati Città di Norcia appena prima dell’esecuzione dell’Inno

Il brano musicale, molto apprezzato dai presenti ed eseguito più volte durante la serata, è imperniato sulla città di Norcia e le sue caratteristiche: il testo  mette l’accento sulla particolare collocazione geografica, le bellezze naturali, la storia, la cultura del luogo, il carattere dei suoi abitanti e, ovviamente, la figura di San Benedetto, Patrono d’Europa. La parte musicale si adatta al testo alternando momenti di pacatezza ad altri di maggiore enfasi, con tratti in stile gregoriano.

Un’emozione molto forte è stata quella dell’autore nel sentire eseguire per la prima volta la sua composizione, un’emozione condivisa anche dal Maestro Salemmi e da tutti coloro che l’hanno interpretata. Emozionante è stato anche ascoltarla e ritrovare tutte le caratteristiche che il Maestro Marani ci aveva già descritto nel nostro precedente articolo.

Una piacevole serata,quindi, densa di significati, di cui parleremo ancora mostrando altre immagini e fornendo altre informazioni.

Per il momento diamo appuntamento a tutti per il 29 e 30 novembre con gli altri due interessanti concerti proposti dal Complesso Bandistico Città di Norcia e dal Maestro Filippo Salemmi di cui parleremo prossimamente.

locandina Santa Cecilia intera leggera

V I  A S P E T T I A M O ! ! !

NSALAXXXVII-01_UMBRIAM

22 novembre: Concerto del Complesso Bandistico e presentazione di “Nursia, Eterna Sei!” inno per Norcia del Maestro Mauro Marani.

NSALAXXXVII-01_UMBRIAMIl primo Concerto  in cartellone tra quelli organizzati in occasione della festività  di Santa Cecilia è del Complesso Bandistico Città di Norcia.

Durante il concerto, che si svolgerà a Norcia  il 22 novembre, con inizio alle ore 18.30, presso l’Auditorium di San Francesco,  in prima esecuzione assoluta, alla presenza dell’Autore, sarà presentato  il pezzo

“Nursia, Eterna Sei!”

inno alla città di Norcia composto dal Maestro Mauro Marani con  elaborazione per Orchestra di Fiati del Maestro Filippo Salemmi, direttore del Complesso Bandistico Città di Norcia. Il pezzo sarà eseguito  con la partecipazione del Coro San Benedetto Città di Norcia, diretto dal Maestro Luca Garbini.

locandina Santa Cecilia inno leggera

Un Concerto importante, quindi, per la città di Norcia  che vanta una tradizione musicale importante e ben radicata: un brano che celebra in musica le sue caratteristiche, la sua gente, la sua cultura.

Per avvicinarci a questi importante pezzo prima di poterlo ascoltare, abbiamo chiesto al Maestro Marani di parlarcene e di descriverne le caratteristiche essenziali per poterlo meglio “assaporare” durante la sua prima esecuzione. Ringraziando il Maestro per la cortesia dimostrata nel rispondere alle nostre domande, riportiamo di seguito quanto ci ha detto sulla sua composizione.

NSALAXXXVII-01_UMBRIAMIntervista al Maestro Mauro Marani su  “Nursia, Eterna Sei!”

Maestro Marani, Lei ha composto “Nursia Eterna Sei”, un inno per la città di Norcia. Potrebbe spiegarci cos’è esattamente un inno?

L’inno, in generale, è una composizione poetica e musicale volta all’esaltazione del sentimento patriottico, religioso, mitologico o, comunque, a soggetti astratti e personalità superiori che evocano profondo rispetto, contemplazione e ammirazione da parte dei comuni mortali.

In questo senso, che tipo di struttura ha un Inno?

Di frequente la forma letteraria si presenta in una forma colta, aulica, a volte ermetica e sintetica nei contenuti espressi ma sicuramente densi di enfasi poetica. La partitura musicale, che è parte integrante dell’inno, almeno nell’accezione moderna, si presenta con una stesura complessiva breve (per favorirne da parte dei fruitori la memorizzazione tematica e l’orecchiabilità musicale) e normalmente grandiosa nell’arrangiamento per esaltare l’importanza del soggetto al quale è ispirato e dedicato.

A proposito dell’inno della città di Norcia da Lei composto, potrebbe darci qualche anticipazione sul testo?

Il testo dell’inno “Nursia, Eterna Sei!” descrive ed enfatizza quelle caratteristiche della città, fra tante altre, che mi hanno attirato maggiormente e degne di considerazione per essere valorizzate: la particolare collocazione geografica (Fieri monti che intorno s’ergono), le bellezze naturali, l’antichità storica del borgo, il carattere dei nursini (Prole umile) e, ovviamente, la figura più importante di Norcia, San Benedetto.

A che cosa si è ispirato per scrivere questo testo?

Il testo è nato dopo aver visitato Norcia varie volte e “respirandone” l’atmosfera umana benevola e accogliente, schietta e compassata, decisa e saggia, di chi abita una zona chiusa ed isolata, atmosfera abbastanza comune riscontrabile in Umbria in altre piccole città montane. Il tutto mi è sembrato appartenente ad una comunità di altri tempi (Vivi di onestà e santa umiltà, immaginaria un po’ come Shangri-la). Il testo in versione originale attuale, registrato e depositato SIAE, è composto da due strofe e ritornello. Sarebbe più sentito e coinvolgente per la cittadinanza se la stesura di altri versi, con le stesse metriche, fosse effettuata da persone o gruppi di studio locali: sono disponibile alla collaborazione in loco.

Per quanto riguarda la musica, da cosa ha tratto ispirazione?

Come per il testo sono state fondamentali le visite alla città per cercare di capirne le peculiarità, anche musicali, nascoste. Ho creato la parte strofica pensando ad un tema “popolare e immediato”, molto personale nella costruzione della linea melodica e nel sostegno armonico. L’andamento ritmico pacato è concepito per evocare le calme e sinuose brezze primaverili della natura circostante. Il ritornello, semplice e intuitivo nello svolgimento melodico (anch’esso a carattere popolare ) è più vigoroso nel declamare i “convincimenti” del testo con un crescendo delle sonorità, espresse per evidenziare l’affermazione dell’eternità di Norcia. Nella costruzione del ritornello mi sono ispirato ad un mio precedente “Inno della Pace” del 1989 e nel quale ho rivissuto delle particolari sensazioni di serenità scrivendo “Nursia, Eterna Sei!”. Degna di nota, l’originalità (per un inno di moderna concezione) dell’introduzione e la chiusura della composizione con una invocazione latina che auspica pace e abbondanza per l’Europa; severa e serena in stile Canto Gregoriano, concorre efficacemente alla partecipazione collettiva e sentita della piccola opera.

….A questo punto non ci rimane che aspettare con ansia la prima esibizione di sabato per poterlo finalmente ascoltare insieme a Lei.

V I  A S P E T T I A M O  T U T T I ! ! !

NSALAXXXVII-01_UMBRIAM